Costituzione

Costituzione del governo della salute Articolo 1: definizione del governo della salute

L'aderente al governo della salute è ogni persona di qualunque genere, idea politica, religione, gruppo etnico o sociale che abbia a cuore la salute della terra, quella dei propri cari e la propria e abbia intenzione di agire in modo efficace per difenderla, per i tempi attuali e quelli futuri.

Articolo 2: ripudio della violenza

Ogni appartenente al governo della salute ripudia qualunque forma di violenza e anche quando usa immagini o parole che richiamano la guerra lo fa in senso metaforico, intendendo con tali termini uno sforzo culturale, sociale, lavorativo che lo porta spesso a schierarsi contro l'opinione pubblica, anche se sostenuta da enti o istituzioni rispettabili e fortemente radicati nel tessuto socioeconomico.

Articolo 3: il progetto

Il progetto comune del governo della salute è quello di vivere in un mondo sostenibile, pulito, rispettoso della biodiversità, informato e consapevole, dove non ci sia spazio per comportamenti che mettano l'interesse commerciale davanti a quello della salute di ogni cittadino.

Articolo 4: la consapevolezza di ogni membro

Allo scopo di perseguire questi obiettivi l'appartenente al governo della salute si impegna a partecipare attivamente all'intero movimento, non solo con azioni specifiche, ma soprattutto con un proprio modo di pensare che sia costantemente attivo, anche nei momenti della sua quotidianità che nulla hanno a che fare con i settori operativi del cambiamento.

Articolo 5: strumenti di lavoro

Ogni libro, articolo di giornale, articolo scientifico, conferenza, dibattito, trasmissione televisiva che possono portare vantaggio al progetto diventano strumenti di lavoro divulgazione e conoscenza.

Articolo 6: alleati

Chiunque può far parte del governo della salute. Si considerano alleati tutti coloro che, pur non aderendo specificamente al progetto ne condividono i temi e pertanto li mettono in pratica con i loro comportamenti quotidiani. Associazioni, gruppi di acquisto, allevatori, contadini, rivenditori, imprenditori, scuole, gruppi di studenti, professionisti, singoli individui sono soltanto alcuni dei soggetti che considereremo alleati e dai quali accetteremo aiuti, suggerimenti, battaglie comuni, informazioni e tutto quanto possa ritenersi in sintonia con gli obiettivi del governo della salute.

Articolo 7: sostegno economico

Il governo della salute è un movimento di idee, vive all'interno di ciascuno dei suoi componenti, non ha spese e non produce reddito. Il vero obiettivo economico è quello portato indirettamente dalla prevenzione primaria che consentirà un risparmio in termini di spesa sanitaria da parte di tutti i governi, anche quelli i cui obiettivi non sono in sintonia con le azioni di questo progetto.

Articolo 8: il principio della sostenibilità

Ogni appartenente al governo della salute si impegna nelle sue azioni quotidiane, con gli acquisti ed i consumi a rispettare il patrimonio della terra, facendo in modo che i suoi figli ed i loro figli abbiano gli stessi diritti e le stesse opportunità.

Articolo 9: il principio della biodiversità

Ogni appartenente al governo della salute riconosce nella biodiversità vegetale ed animale l'unico strumento che garantisca un futuro all'umanità e si impegna con le sue azioni quotidiane, anche le più banali, a rispettare questo principio.

Articolo 10: il principio dellinformazione

Ogni appartenente al governo della salute riconosce come proprio dovere quello di informarsi sulla qualità del cibo che acquista, sul rapporto tra i propri quotidiani comportamenti e la sua salute e riconosce altresì come proprio dovere quello di informare gli altri sugli stessi principi.

Articolo 11: il principio della consapevolezza

Ogni appartenente al governo della salute persegue il principio della consapevolezza che si può indicare come la possibilità di scegliere tra diverse proposte, rifiutando tutto ciò che viene imposto da interessi commerciali anche se sostenuti da presunti dati scientifici.

Articolo 12: il principio della responsabilità

Ogni appartenente al governo della salute è consapevole del fatto di essere responsabile del proprio benessere, di quello dei suoi cari e delle persone con cui ha a che fare nella quotidianità, avendo ben chiaro che una sua malattia, pur sempre possibile, rappresenta un impegno fisico, morale e sociale non solo personale ma anche dell'intera comunità.

BOLLETTINO DELLA VITTORIA

Calabria

della Dottoressa Francesca Andreazzoli Quando leggo notizie come questa penso che forse i nostri progetti e le nostre aspirazioni non.... continua a leggere

Diabete stile di vita e metformina

a cura della Dottoressa Francesca Andreazzoli A noi del governo della salute piace pensare che modificando lo stile di.... continua a leggere

NEWS

Frutta e verdura tutti i giorni

Del Dottor Alberto Fiorito Un recente articolo pubblicato sul British Medical Journal prende in considerazione 16 studi per un.... continua a leggere

Quei famosi mille giorni ovvero la prevenzione non inizia mai troppo presto

della Dottoressa Francesca Andreazzoli Sebbene sia ormai chiaro nel mondo scientifico quanto sia importante l’alimentazione nei primi 2 anni.... continua a leggere